SORVEGLIANZA SANITARIA

La sorveglianza sanitaria si occupa di salvaguardare la salute e sicurezza dell’uomo negli ambienti di lavoro, di prevenire le malattie professionali e di evitare ogni tipo di infortunio sul posto di lavoro.

La medicina del lavoro si avvale delle collaborazioni fra medici, tecnici, datore di lavoro e lavoratore con un unico obiettivo: migliorare la qualità del lavoro e garantire la salute dei lavoratori.

La nostra segreteria organizzativa offre un’attività di pianificazione e coordinamento dello staff di medici, di tecnici strumentisti qualificati e di professionisti infermieri che eseguono le visite e gli accertamenti secondo le scadenze previste.

Cosa facciamo?

La consulenza offerta in materia di Sorveglianza Sanitaria e Medicina del Lavoro prevede le seguenti prestazioni:

  • Assunzione dell’incarico di Medico Competente;
  • Visite mediche preventive ai lavoratori e rilascio del certificato di idoneità alla mansione;
  • Produzione ed aggiornamento delle cartelle sanitarie dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria;
  • Visite periodiche di controllo per il mantenimento dell’idoneità;
  • Sopralluogo con cadenza almeno annuale negli ambienti di lavoro;
  • Consulenza per l’individuazione e l’attuazione delle misure di sicurezza per la tutela della salute dei lavoratori;
  • Informazione dei lavoratori sugli eventuali accertamenti sanitari a cui si dovranno sottoporre;
  • Partecipazione del Medico Competente alla redazione del DVR offrendo il suo supporto tecnico specialistico al Datore di Lavoro e al RSPP;
  • Individuazione delle misure preventive e protettive;
  • Supporto nell’organizzazione del Servizio di Primo Soccorso Aziendale;
  • Delucidazioni ai lavoratori degli eventuali risultati di accertamenti sanitari effettuati;
  • Costante aggiornamento sulle normative in materia di prevenzione infortuni e malattie professionali nei luoghi di lavoro.

Quando ricorre l’obbligo di Sorveglianza Sanitaria?

  • Movimentazione manuale dei carichi: i lavoratori addetti alla movimentazione manuale dei carichi, comprese le azioni del sollevare, deporre, spingere, tirare, portare o spostare un carico, che per le loro caratteristiche o in conseguenza delle condizioni ergonomiche sfavorevoli, comportano rischi di patologie da sovraccarico biomeccanico, in particolare dorso-lombari devono essere sottoposti a sorveglianza sanitaria di cui all’articolo 41, sulla base della valutazione del rischio e dei fattori individuali di rischio di cui all’allegato XXXIII D. Lgs. 81/08 come modificato dal D. Lgs. 106/09;
  • Utilizzo di attrezzature munite di videoterminali: è obbligatorio sottoporre a controllo sanitario il lavoratore che utilizza un’attrezzatura munita di videoterminali, in modo sistematico o abituale, per venti ore settimanali, dedotte le interruzioni di cui all’articolo 175 D. Lgs. 81/08. Salvi i casi particolari che richiedono una frequenza diversa stabilita dal medico competente, la periodicità delle visite di controllo sarà biennale per i lavoratori classificati come idonei con prescrizioni o limitazioni e per i lavoratori che abbiano compiuto il cinquantesimo anno di età; quinquennale negli altri casi (art. 176, comma 3 D. Lgs. 81/08);
  • Rumore: la sorveglianza sanitaria è obbligatoria per i lavoratori la cui esposizione al rumore eccede i valori superiori di azione ossia il livello di esposizione personale settimanale (40 ore) pari o maggiore di 85 dB(A) in base all’art. 196 Capo II del D. Lgs. 81/08. La sorveglianza viene effettuata periodicamente, di norma una volta l’anno o con periodicità diversa decisa dal medico competente. La sorveglianza sanitaria è estesa ai lavoratori esposti a livelli superiori ai valori inferiori di azione (80 dB(A)), su loro richiesta e qualora il medico competente ne confermi l’opportunità;
  • Vibrazioni meccaniche: in base all’art. 204, del D. Lgs. 81/08, i lavoratori esposti a livelli di vibrazioni superiori ai valori d’azione sono sottoposti alla sorveglianza sanitaria, rispettivamente: per il Sistema mano-braccio pari o maggiore a 2,5 m/s2, per il Sistema corpo intero pari o maggiore a 0,5 m/s2. La sorveglianza viene effettuata periodicamente, di norma una volta l’anno o con periodicità diversa decisa dal medico competente con adeguata motivazione. I lavoratori esposti a vibrazioni sono altresì sottoposti alla sorveglianza sanitaria quando, secondo il medico competente, si verificano una o più delle seguenti condizioni: l’esposizione dei lavoratori alle vibrazioni è tale da rendere possibile l’individuazione di un nesso tra l’esposizione in questione e una malattia identificabile o ad effetti nocivi per la salute ed è probabile che la malattia o gli effetti sopraggiungano nelle particolari condizioni di lavoro del lavoratore ed esistono tecniche sperimentate che consentono di individuare la malattia o gli effetti nocivi per la salute;
  • Esposizione a campi elettromagnetici: in base all’art. 211, del D. Lgs. 81/08 come modificato dal D. Lgs. 106/09 la sorveglianza sanitaria viene effettuata periodicamente, di norma una volta l’anno o con periodicità inferiore decisa dal medico competente con particolare riguardo ai lavoratori particolarmente sensibili al rischio, incluse le donne in stato di gravidanza ed i minori, tenuto conto dei risultati della valutazione dei rischi. Sono, comunque, tempestivamente sottoposti a controllo medico i lavoratori per i quali è stata rilevata un’esposizione superiore ai valori di azione di cui all’articolo 208, comma 2 D. Lgs. 81/08 (I valori di azione sono riportati nell’allegato XXXVI, come modificato dal D. Lgs. 106/09, lettera B, tabella 2);
  • Esposizione a radiazioni ottiche artificiali: in base all’art. 218, del D. Lgs. 81/08, la sorveglianza sanitaria viene effettuata periodicamente, di norma una volta l’anno o con periodicità inferiore decisa dal medico competente con particolare riguardo ai lavoratori particolarmente sensibili al rischio, tenuto conto dei risultati della valutazione dei rischi. La sorveglianza sanitaria è effettuata con l’obiettivo di prevenire e scoprire tempestivamente effetti negativi per la salute, nonché prevenire effetti a lungo termine negativi per la salute e rischi di malattie croniche derivanti dall’esposizione a radiazioni ottiche. Sono tempestivamente sottoposti a controllo medico i lavoratori per i quali è stata rilevata un’esposizione superiore ai valori limite di cui all’articolo 215;
  • Utilizzo di agenti chimici: se i risultati della valutazione dei rischi dimostrano che il rischio non è basso per la sicurezza e per la salute dei lavoratori, sono sottoposti a sorveglianza sanitaria i lavoratori esposti agli agenti chimici pericolosi per la salute che rispondono ai criteri per la classificazione come molto tossici, tossici, nocivi, sensibilizzanti, corrosivi, irritanti, tossici per il ciclo riproduttivo, cancerogeni e mutageni di categoria 3, (art. 229, D. Lgs. 81/08). La sorveglianza sanitaria sarà effettuata prima di adibire il lavoratore alla mansione che comporta l’esposizione; periodicamente, di norma una volta l’anno o con periodicità diversa decisa dal medico competente con adeguata motivazione, all’atto della cessazione del rapporto di lavoro;
  • Agenti cancerogeni e mutageni: il medico fornisce agli addetti adeguate informazioni sulla sorveglianza sanitaria cui sono sottoposti, con particolare riguardo all’opportunità di sottoporsi ad accertamenti sanitari anche dopo la cessazione dell’attività lavorativa; provvede, inoltre, ad istituire e aggiornare una cartella sanitaria e di rischio per ciascun lavoratore (art. 243, comma 2 D. Lgs. 81/08). In considerazione anche della possibilità di effetti a lungo termine, gli esposti ad agenti cancerogeni e/o mutageni devono essere iscritti in un registro nel quale è riportata l’attività svolta, l’agente cancerogeno o mutageno utilizzato e, ove noto, il valore dell’esposizione a tale agente. Copia del registro va consegnata all’ISPESL e all’organo di vigilanza competente per territorio, anche in caso di cessazione del rapporto di lavoro o di cessazione di attività dell’azienda;
  • Esposizione all’amianto: ai sensi dell’art. 259 D. Lgs. 81/08 come modificato dal D.Lgs. 106/09, i lavoratori addetti alle opere di manutenzione, rimozione dell’amianto o dei materiali contenenti amianto, smaltimento e trattamento dei relativi rifiuti, prima di essere adibiti allo svolgimento dei suddetti lavori e periodicamente, almeno una volta ogni tre anni, o con periodicità fissata dal medico competente, devono essere sottoposti ad un controllo sanitario volto a verificare la possibilità di indossare dispositivi di protezione respiratoria durante il lavoro. Inoltre saranno sottoposti ad una visita medica all’atto della cessazione del rapporto di lavoro;
  • Agenti biologici: ai sensi dell’art. 279 D. Lgs. 81/08 come modificato dal D. Lgs. 106/09, il datore di lavoro, su conforme parere del medico competente, adotta misure protettive particolari per quei lavoratori per i quali, anche per motivi sanitari individuali, si richiedono misure speciali di protezione, fra le quali la messa a disposizione di vaccini efficaci per quei lavoratori che non sono giù immuni all’agente biologico presente nella lavorazione, da somministrare a cura del medico competente oppure l’allontanamento temporaneo del lavoratore. Il medico competente fornisce ai lavoratori adeguate informazioni sul controllo sanitario cui sono sottoposti e sulla necessità di sottoporsi ad accertamenti sanitari anche dopo la cessazione dell’attività che comporta rischio di esposizione a particolari agenti biologici individuati nell’allegato XLVI al D. lgs. 81/08 come modificato dal D. Lgs. 106/09 nonché sui vantaggi ed inconvenienti della vaccinazione e della non vaccinazione.

Qual è lo scopo della Sorveglianza Sanitaria?
• valutare l’idoneità specifica alla mansione
• scoprire in tempo utile anomalie cliniche o precliniche (diagnosi precoce)
• prevenire peggioramenti della salute del lavoratore (prevenzione secondaria)
• valutare l’efficacia delle misure preventive nel luogo di lavoro
• rafforzare misure e comportamenti lavorativi corretti.

Per offrire ai propri clienti un servizio particolarmente efficiente, rapido e all’insegna del massimo comfort, diamo la possibilità di effettuare tutti gli accertamenti e le visite sia presso il nostro centro che presso la sede aziendale. Inoltre, per le aziende che lo desiderino o ne abbiano particolare necessità è anche possibile richiedere l’uso di un’unità mobile.

SORVEGLIANZA SANITARIA

La sorveglianza sanitaria così come dispone la Legge viene espletata dal medico competente in alcuni casi previsti dalla Legge o qualora il lavoratore la richieda espressamente e in merito alla quale richiesta il medico competente si esprima favorevolmente. In genere possiamo dire che la sorveglianza sanitaria …

FORMAZIONE

Questo ramo della nostra azienda comprende tutti i campi che istruiscono i nostri professionisti alla sicurezza e formazione sul lavoro, tra cui: addetto antincendio, rappresentante dei lavoratori, formazione formatori, lavoratori in sicurezza, RSPP per datori di lavoro, lavoratore preposto alla sicurezza …