Sorveglianza Sanitaria

La sorveglianza sanitaria così come dispone la Legge viene espletata dal medico competente in alcuni casi previsti dalla Legge o qualora il lavoratore la richieda espressamente e in merito alla quale richiesta il medico competente si esprima favorevolmente.

In genere possiamo dire che la sorveglianza sanitaria comprende alcune visite mediche in azienda, nello specifico l’Art. 41 del D.Lgs. 81/2008:

•visita medica preventiva intesa a constatare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui il lavoratore è destinato al fine di valutare la sua idoneità alla mansione specifica;

•visita medica periodica per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica. La periodicità di tali accertamenti, qualora non prevista dalla relativa normativa, viene stabilita, di norma, in una volta l’anno. Tale periodicità può assumere cadenza diversa, stabilita dal medico competente in funzione della valutazione del rischio. L’organo di vigilanza, con provvedimento motivato, può disporre contenuti e periodicità della sorveglianza sanitaria differenti rispetto a quelli indicati dal medico competente;

•visita medica su richiesta del lavoratore, qualora sia ritenuta dal medico competente correlata ai rischi professionali o alle sue condizioni di salute, suscettibili di peggioramento a causa dell’attività lavorativa svolta, al fine di esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica;

•visita medica in occasione del cambio della mansione onde verificare l’idoneità alla mansione specifica;

•visita medica alla cessazione del rapporto di lavoro nei casi previsti dalla normativa vigente.

Si veda come ogni singolo comma sia effettivamente orientato a determinare quale sia il percorso lavorativo più idoneo per il lavoratore e quindi a prevenire eventuali rischi sul lavoro. La stessa insoddisfazione del lavoratore se protratta nel tempo può determinare un stato psico fisico i cui sintomi sono ricollegabili a quelli dello stress lavoro correlato.

Di fatto, quindi, la sorveglianza sanitaria ha come principale obiettivo la prevenzione della salute e sicurezza dei lavoratori.

PRENOTA ORA: 08365125183929850049

REDAZIONE DEL DVR

La redazione del Documento di valutazione dei rischi (DVR), a seguito della valutazione di tutti i rischi presenti, è un obbligo indelegabile del datore di lavoro (art. 17 del D. Lgs. 81/08), secondo quanto previsto dalla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Il possesso del DVR è obbligatorio …

VALUTAZIONE DEI RISCHI

La sorveglianza sanitaria così come dispone la Legge viene espletata dal medico competente in alcuni casi previsti dalla Legge o qualora il lavoratore la richieda espressamente e in merito alla quale richiesta il medico competente si esprima favorevolmente. In genere possiamo dire che la sorveglianza sanitaria …

FORMAZIONE

Questo ramo della nostra azienda comprende tutti i campi che istruiscono i nostri professionisti alla sicurezza e formazione sul lavoro, tra cui: addetto antincendio, rappresentante dei lavoratori, formazione formatori, lavoratori in sicurezza, RSPP per datori di lavoro, lavoratore preposto alla sicurezza …