IL LATO POSITIVO DELL’ANSIA

2.03.2018
|

Le più recenti ricerche mediche ci dicono che anche l’ANSIA ha un suo lato positivo.

Scopriamo insieme in che senso…. 

 

 


Chi soffre di ansia vive spesso in maniera poco serena la propria quotidianità. Il senso costante di agitazione può anche favorire la comparsa di disturbi di ordine cardiovascolare. 

 

 

 

In un caso, tuttavia, l’ansia rivela un inaspettato risvolto positivo, ovvero quando una persona è vittima di infarto!
Chi soffre di ansia tende infatti a prestare maggiore attenzione ai segnali che il corpo lancia e a chiedere aiuto prima ai medici.

 

 
 
 È quanto sottolineano i ricercatori della Technical University di Monaco, che hanno pubblicato su Clinical Research in Cardiology i risultati di un’analisi sull’argomento. I dati provenienti dallo studio MEDEA riguardavano 629 pazienti colpiti da infarto miocardico. Dall’ analisi è emerso che il 12 per cento dei pazienti soffriva di ansia. In questo sottogruppo, i tempi di reazione rispetto alla crisi cardiaca erano molto più bassi nei confronti della media.

 

In particolare, le donne ansiose hanno raggiunto l’ospedale due ore prima rispetto a quelle non ansiose. In media sono arrivate in ospedale poco meno di due ore dopo l’arrivo dell’infarto, mentre le altre sono arrivate 4 ore dopo. 

 

 

Anche fra gli uomini era evidente un effetto protettivo dell’ansia, anche se meno marcato. Gli uomini ansiosi, infatti, arrivavano al Pronto Soccorso circa 50 minuti prima degli altri.

(Tratto da “Leonardo.it – Benessere – aut. Sperelli)

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi