Cistite: sintomi per riconoscerla

28.03.2018
|

 

La cistite è un’infezione tanto comune quanto fastidiosa. Riconoscerne tempestivamente i sintomi è importante per curarla adeguatamente.

 

 

La cistite può essere davvero fastidiosa e ci può far sentire molto a disagio, rovinandoci la giornata perché ci rende impossibili anche le normali attività quotidiane.

 

 

Ma come riconoscere i sintomi della cistite non appena compaiono, per curarla immediatamente ed evitare recidive? Ecco una guida completa.

 

 

Cistite: cos’è?

 

La cistite è un’infiammazione della vescica, causata da un’infezione delle vie urinarie dovuta, nella maggior parte dei casi, a un batterio chiamato Escherichia Coli. Purtroppo la cistite, e la conseguente infiammazione, colpisce soprattutto le donne.

Perché accade?

Le ragioni sono prevalentemente legate all’anatomia femminile. I genitali femminili, infatti, sono dotati di un’uretra, il canale attraverso cui esce l’urina, molto più corta di quella degli uomini. Inoltre la vicinanza con l’orifizio anale rende più facile la risalita dei germi intestinali come appunto l’Escherichia Coli. Questa particolare conformazione della donna rende più facile per i batteri risalire l’uretra e proliferare nell’apparato urinario, originando, appunto, la fastidiosissima cistite.

Fortunatamente, i sintomi della cistite, se conosciuti, sono facilmente riconoscibili e permettono di intervenire tempestivamente con la terapia adeguata, per debellarla efficacemente e definitivamente.

 

Cistite: sintomi

Il primo sintomo della cistite di cui generalmente ci si accorge è sicuramente il bruciore quando si fa la pipì a cui segue anche un costate e aumentato bisogno di svuotare la vescica senza che escano però grandi quantità di urina. Nelle forme più severe e dolorose è possibile anche notare la presenza di sangue nelle urine e in questo caso si parla di cistite emorragica.

 

In alcuni casi la cistite può anche presentarsi senza essere accompagnata dai due sintomi più classici (bruciore e bisogno di urinare spesso), ma dare origine a una febbre leggera che non passa.

In generale, imparare ad osservare, prestando attenzione ai cambiamenti del colore e dell’odore dell’urina è un modo efficace per riconoscere subito una cistite e per curarla tempestivamente. Quando è in corso un’infezione delle vie urinarie, infatti, è probabile che l’urina appaia più torbida e che abbia un odore più forte. Queste sono linee generali per capire che i cambiamenti che notiamo possono essere i sintomi della cistite.

 

Ecco un elenco completo dei sintomi più comuni della cistite:

  1. Bisogno frequente di urinare anche se si è urinato da poco e ogni volta in scarsa quantità.
  2. Bruciore quando si urina.
  3. Cattivo odore dell’urina.
  4. Urine torbide
  5. Sangue nelle urine.
  6. Febbre e brividi.
  7. Bruciore nella zona genitale.
  8. Dolore nella zona pelvica.

Se la cistite non viene curata, questi sintomi possono peggiorare, perché nel frattempo l’infezione può risalire fino ai reni. In questi casi, è molto probabile che la febbre salga sopra i 38° e che i dolori nel basso ventre e all’altezza dei reni divengano più forti e intensi. Se questo accade è importante rivolgersi immediatamente a un medico.

Quindi il primo consiglio è certamente di consultare subito una Specialista!

(Tratto da “Lines – Medicina on line”)

 

 

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi